L’angolo della Poesia

IL FREDDO DELLA SOLITUDINE

Il silenzio mi abbraccia freddo
e la fiducia diventa nemica dell’anima mia
chissà quando griderò un nome
quando nel silenzio spenderò un desiderio

come un timpano risuona nel mio petto
e in una danza scomposta l’ansia si manifesta nel mio ventre
vuoto per l’amore strappato dal fato
i miei polmoni soffocano un pianto
s’imbratta così un foglio bianco

s’impara così anche a morire
t’insegna così il vento e volar via nei suoi lungi sentieri
e una piega si riempie di una lacrima
assapori il salato e affondi nell’oblio

Luca Lo Re